|  Accedi  |  
Ricerca:Search:
Seleziona tipo di ricerca
 
  • Sito regionale
  • Web
Search
Sei in:You are in:  Ambiente > Educazione ambientale > Rete CEA > Rifugio di Cupi
Educazione ambientale
Rete CEA

Dove sono

+ Progetti

Eventi

Area riservata

 

 

  

CEA Rifugio di Cupi

Sito web:
Vai al sito web del CEA Logo


Soggetto
gestore: A.T.S. tra l'Associazione sportiva dilettantistica GAIA e Gaia Wilderness soc.coop.

Responsabili del centro: Rosati Claudia – Fabrizi Angelisa



Indirizzo e Contatti
Sede: Via Piana,1 – 62039 Cupi di Visso (MC)
Tel /Fax: (+39) 0737.971041- (+39) 333.2541616 - (+39) 348.7356565 / Fax (+39) 0742.5931197
Mail: rifugiocupi@gmail.com 
Facebook: Vai alla pagina Facebook del CEA IEsterno/interno



L'Ambiente

Il CEA è situato nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini nelle vicinanze dell’altopiano di Macereto nel cuore del paese di Cupi di Visso (MC). Il paesaggio intorno al CEA è caratterizzato dalla presenza dei monti Val di Fibbia, Croce di Monte Rotondo, Rotondo, Costa Tranquilla, Banditella, Bove Nord, Careschio e dall’altopiano di Macereto. Le rocce di tale dorsale sono costituite da maiolica, scisti a fucoidi, scaglia rosata e calcare massiccio. La Val di Tela e la Val di Bove presentano tipiche morfologie di valli glaciali.
Il paesaggio e l’ambiente, sono tipici dell’alta montagna appenninica per la flora e le associazioni vegetali pascolive che vi si rinvengono. Sopra il limite del bosco sono estesi ovunque i pascoli appenninici primari e secondari e la vegetazione pioniera dei detriti calcarei mobili e fissi, con formazioni a Sesleria e con presenza di Genziana dinarica e Giglio martagone.
Dal punto di vista culturale nella zona restano interessanti testimonianze della secolare tradizione pastorale come dimostra il Museo della pastorizia di Cupi, gli stazzi, capanni sparsi nel territorio e il Santuario di Macereto edificato su modello bramantesco da G.B. da Lugano nel XVI secolo, adibito anche da rifugio per pellegrini e pastori transumanti. A testimonianza dell’agricoltura tipica locale delle alte quote la presenza diffusa di terrazzamenti con muretti a secco.
Naturalisticamente nel territorio si rileva la presenza di vegetazione forestale, con estese formazioni boschive di faggio, carpino nero, orniello, roverella e cerro. In tali ambienti è possibile osservare il capriolo, il tasso, l’aquilaLab: Bosco reale, il lupo, la poiana, il falco pellegrino, il gufo, l’allocco, il gracchio corallino, la faina, il tasso, il camoscio appenninico il più importante intervento di riqualificazione ambientale e reintroduzione faunistica attivato dal Parco. Rilevante infine la presenza delle specie endemiche Vipera dell’Orsini, Fritillaria dell’Orsini, Sassifraga porosa, Tarassaco dell’Appennino.



Attività didattiche, turistiche ed altri servizi

  • Visite guidate
  • Escursioni
  • Lezioni in aula
  • Campi estivi/invernali 
  • Formazione 
  • Informazione turistico-ambientale
  • Sport all’aria aperta (Campi avventura, rafting, tiro con l’arco, canoa, barca a vela, Lab. Caseificazioneorienteering)

Strutture disponibili

  • Museo
  • Centro visite
  • Sentiero natura
  • Sala conferenze 
  • Biblioteca
  • Centro di documentazione multimediale
  • Laboratorio

 

   Ulteriori servizi
  • Ristorazione
  • Vendita prodotti agricoli
  • Fattoria didattica

    Altre informazioni utili

    Il Cea Rifugio di Cupi è situato e ne costituisce una tappa del Grande Anello dei Sibillini del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il Rifugio di Cupi è una struttura accessibile ai disabili.
    Dintorni
  • Ospitalità  n° 46 posti letto

 Lab. prateria
















Lab. Fiume