|  Accedi  |  
Ricerca:Search:
Seleziona tipo di ricerca
 
  • Sito regionale
  • Web
Search
Educazione ambientale
Rete CEA

Dove sono

+ Progetti

Eventi

Area riservata

 

 

  

Logo
CEA Montefalcone Appennino

Sito web:  link CEA Montefalcone Appennino 

Soggetto titolare:
Comune di Montefalcone Appennino (Fm)
Soggetto gestore: D&P Turismo e Cultura snc di Tisi Daniela & C.
Responsabili del centro:  Tisi Daniela

Indirizzo e Contatti:
Sede: Via Roma 42–63855 Montefalcone Appennino (Fm)
Tel /Fax: (+39) 0734-/79136  (+39) 0736-845270
Mail: info@montefalcone.it       Info@depturismoecultura.com

L'ambienteSede CEA
Il CEA di Montefalcone è situato nel cuore dell’Area SIC “Montefalcone Appennino-Smerillo” e dell’Area Floristica Protetta “Bosco di Smerillo e Montefalcone”. Ha sede presso il seicentesco Palazzo Felici, nel piccolo borgo medioevale (470 abitanti) di Montefalcone Appennino in provincia di Fermo, a ridosso del Parco Nazionale dei Sibillini. Il paese si erge a 750 metri nel versante meridionale del Monte Falcone (1000 metri),  un monte che si è formato nel corso del Pliocene inferiore, straordinariamente ricco di giacimenti fossiliferi di pesci vissuti 5 milioni di anni fa, e scavato da fossi nei quali cascate e laghetti si susseguono in un’insolita conformazione che conferisce ai luoghi un aspetto assai suggestivo.

 Il paesaggio intorno al CEA è caratterizzato dalla vicinanza dei Monti Sibillini e da un ampio panorama che va dalla Maiella al Gran Sasso, dal Conero al Monte Catria, fino al Mare Adriatico. Da Montefalcone si domina la valle del Fiumi Aso e quella del fiume  Tenna.Museo dei fossili
Dal punto di vista culturale in una  località detta  “Fara” si conserva ancora la struttura originaria di un insediamento parentale longobardo. Nel documento Circum farfense del 930 si legge l’acquisto della Curtem Montis Falconis. Una bifora è ora l’unica traccia della cattedrale farfense, e un suggestivo cortile con loggette e pozzo è ciò che resta dell’edificio che ospitò la scuola farfense. Ma è la rocca con la sua slanciata torre quadrangolare il documento più importante lasciato dalla storia.

 
Attività didattiche, turistiche ed altri servizi

  • Visite guidate
  • Escursioni
  • Lezioni in aula
  • Formazione 
  • Informazione turistico-ambientale Fosso della Magica Avventura
  • Laboratori didattici – Animazione
Strutture disponibili
  • Museo
  • Centro visite  
  • Sentiero natura      
  • Sala conferenze  
  • Biblioteca             
  • Laboratorio  
  • Giardino attrezzato

 

Ulteriori servizi

Naturalisticamente nel territorio si rileva la presenza di  un bosco abbastanza esteso caratterizzato da un tipo di vegetazione propria sia del piano collinare che di quello montano: castagno, leccio, quercia, nocciolo, carpino,  faggio, ecc.. La flora è molto interessante per la presenza di specie abbastanza rare come ad esempio 33 specie diIl paese orchidee spontanee. In questo ambiente è possibile osservare il capriolo, il tasso, l’istrice, il cinghiale ed anche il lupo, che vi arriva dai Monti Sibillini. Rilevante la presenza del Falco Pellegrino che qui nidifica.
Altra interessante caratteristica è la presenza di giacimenti fossiliferi del Pliocene inferiore.

 

  • Vendita prodotti tipici
  • Ristorazione
  • Ospitalità n° 20 posti letto

 Attività didattica

 

 Attività nei boschi