|  Accedi  |  
Ricerca:Search:
Seleziona tipo di ricerca
 
  • Sito regionale
  • Web
Search
Sei in:You are in:  Ambiente > Educazione ambientale > Rete CEA > Casa Vigne
Educazione ambientale
Rete CEA

Dove sono

+ Progetti

Eventi

Area riservata

 
CEA Casa delle VigneLogo

Sito web: www.legambienteurbino.it

Soggetto gestore: CIRCOLO LEGAMBIENTE LE CESANE

Responsabile del centro: ALESSANDRO BOLOGNINI


Indirizzo e Contatti
Sede: Via F.LLI ROSSELLI,1  – 61029 URBINO (PU)
Tel /Fax: (+39) 0722 350301
Mail: ceaurbino@gmail.com
Facebook: https://www.facebook.com/cea.casa.delle.vigne?fref=ts


Esterno CEA
L'Ambiente
Il CEA Casa delle Vigne si trova nel Parco urbano situato appena fuori dal centro storico della città di Urbino.
Esso ha sede in una abitazione  del 1500 che è stata casa colonica fino agli anni ’70. L’interno è suddiviso in quattro semipiani  serviti da un ascensore.
La casa è costituita da  ufficio-segreteria-accettazione e sala consultazione riviste-(emeroteca), sala lettura e biblioteca,  sala proiezioni\conferenze  e videoteca e laboratorio del riuso (Officina d Riciclandia)

Il paesaggio intorno al CEA è caratterizzato dalla presenza di colline che si rincorrono fino ai monti dell’appennino marchigiano,  a sud-ovest, mentre ad est vi è il bellissimo panorama della città ducale, in cui primeggiano i torricini della facciata del  Palazzo ducale. 

Naturalisticamente nel territorio si rileva la presenza di Pino nero d’Austria,  un impianto che risale agli anni 20 del secolo scorso, a cui  sono seguiti impianti di Carpini, Frassini, Aceri e Roverelle, specie autoctone.  Il sottobosco della parte ovest è costituito da arbustiSala proiezioni spontanei come ginestre, prugnolo, rosa canina, biancospino e caprifoglio.

Lungo la strada di accesso al CEA sono stati piantumati  piantine di alloro e biancospino allo scopo  di creare una siepe.

Il prato a sud della Pineta è costituito da Orchidacee, Labiate, Composite, Liliacee, Ombrellifere, Leguminose, Graminacee ecc; inoltre sono stati piantati uno scotano, un albero di Giuda e, lungo la scalinata che costeggia la pineta, anche degli Agazzini. 

Nella parte posta a nord-est la vegetazione è per lo più spontanea e tranne un gruppo di roverelle di vecchia piantumazione, si distinguono acacie, ailanti,  alcuni meli, ulivi, pruni piantati dal colono che fino agli anni ’70 abitava nella casa e da un anziano che nella parte bassa vi aveva insediato un orto.

Nel parco vivono diverse specie animali. Numerosissimi sono gli insetti: Lepidotteri, Ortotteri e Coleotteri; non mancano i piccoli rettili come la Lucertola muraiola, la Lucertola campestre e il Ramarro, nonché il Biacco e il Colubro di Esculapio.

Gli uccelli sono sia stanziali che di passo; tra i più comuni ricordiamo il Merlo, la Cinciallegra, la Cinciarella, il Picchio muratore, il Fringuello, la Capinera, l’Occhiocotto, il Pettirosso, il Cardellino e il Passero. Non mancano, però, l’Upupa, la Taccola, il Piccione e più recentemente la Tortora dal Collare.

Tra i mammiferi stanziali possiamo annoverare lo Scoiattolo, la Talpa europea, il Topo selvatico, la Donnola mentre, tra quelli diBiblioteca passaggio, il Capriolo, la Volpe e il Cinghiale

 

 

Attività didattiche e turistiche

  • Escursioni 
  • Lezioni in aula  
  • Formazione 
  • Informazione turistico-ambientale
  • Laboratorio del riuso

    

Strutture disponibili

  • Centro visite
  • Sentiero natura
  • Sala conferenze
  • Biblioteca  
  • Laboratorio  

 
Laboratorio del riusoUrbino con il Cea